Altre Meraviglie

PERUGIA – ASSISI – GUBBIO – SPOLETO 


PERUGIA


sdr

Antica lucumonia etrusca, protetta da poderose mura e da porte monumentali. Città del grifo, fiera e combattiva. Come una mano aperta: nel palmo la “terra Vecchia” che insiste sull’ antico insediamento etrusco, lungo le dita i cinque borghi medievali che si spingono verso l’esterno e verso valle, a cercare nuovi territori in cui vivere, in cui costruire i grandi insediamenti degli ordini mendicanti. Un centro dominato da monumenti di estrema bellezza: dalla rocca Paolina, a piazza Italia, dalla Fontana dei Pisano, alla Cattedrale, al Palazzo dei Priori, alle mura e alle porte.


ASSISI


Su una costola del monte Subasio, il colle Asio, sorge l’antica Asisium, città umbra poi romana. Ma sono i suoi figli più insigni a guidarci nel percorso: Francesco “giullare di Dio” e Chiara “la disubbidiente”. Da una basilica all’altra, da San Francesco a Santa Chiara, passando per la via dei pellegrini, per la piazza del Comune, con i palazzi del potere medievale e con il bellissimo Tempio di Minerva e per la piazzetta di san Francesco piccolino. Fino alla piazza di Santa Chiara dove lo sguardo si può spingere in alto alla massiccia Rocca Albornoziana, guardiana della città, o in basso verso la valle, la Porziuncola e Santa Maria degli Angeli.


GUBBIO


Gubbio

Il medioevo più autentico si esprime nel monumento più antico, più significativo e rappresentativo della storia della città: non una chiesa, non un palazzo, non una fontana, bensì una festa, la Festa dei Ceri. Nata per la morte del santo patrono Ubaldo, e da allora, dalla fine del XII sec., sempre con lo stesso vigore a segnare una identità forte. Gli eugubini sono un popolo particolare, un po’ in disparte dalla storia della regione per posizione e per carattere, ma da sempre legati alla loro terra e alla loro città. L’antica Ikuvium umbra, città del Lupo di San Francesco, città dei Montefeltro. Città da vedere ed assaporare.


SPOLETO 


Spoleto

Antica capitale del Ducato Longobardo, già fedele a Roma, rifugio di eremiti provenienti dalla Siria e dalla Palestina, oggi patria del Festival dei Due Mondi, Spoleto si presenta come baluardo a chiusura della Valle Umbra sud, con la sua magnifica Rocca Albornoziana, il Ponte delle Torri e la meravigliosa cattedrale romanica di Santa Maria Assunta. Città raffinata, d’arte e di cultura, si sviluppa sotto l’ala protettrice del Monteluco, l’antico Lucus consacrato a Giove, il bosco sacro, con il suo verde perenne, le sue acque e i suoi sentieri.

 


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...