Itinerari al ritmo di “Trekking”

Fuori dai circuiti noti ed abituali, il Trekking urbano rappresenta un guardare diverso alle città. Rivolge l’attenzione ad angoli nascosti ed insoliti, privilegiando vicoli e piazzette alle strade principali e alle grandi piazze, per giungere ricchi di altri punti di vista ad ammirare gli spazi ed i simboli più riconoscibili.  Il trekking è un itinerario che offre una diversa esperienza, rivolto al viaggiatore curioso più che al turista frettoloso, è attività che fa bene al fisico e alla mente, ma anche alle città e ai loro dintorni. Il Trekking urbano si può fare sempre, ogni momento del giorno, ogni momento dell’anno.

Frantoi Aperti

L’Umbria non è solo terra di vini. E’ anche terra di olio extravergine di ottima qualità. A questo amato e richiesto prodotto è dedicata un’iniziativa che da anni si svolge nel mese di novembre: Frantoi aperti, all’insegna della valorizzazione dell’olio extravergine DOP e del turismo rurale.

Ormai giunti alla XXII edizione, anche per quest’anno nei fine settimana di novembre i borghi medievali dell’Umbria diventano punti di partenza a caccia di suggestivi paesaggi ammantati di rossi autunnali, di profumi e sapori. Numerosi gli eventi con al centro l’indiscusso protagonista l’Olio: visite guidate tematiche e alla scoperta di gioielli meno noti dei territori, piccoli concerti, coking show, laboratori di cucina, partecipazione alla raccolta delle olive, trekking tra gli ulivi e passeggiate a cavallo.

Fiera dei Morti – Perugia

Già Fiera di Ognissanti, una delle più grandi fiere d’Italia, importante e antico appuntamento che da secoli si svolge all’inizio del mese di novembre, considerato il “periodo dei morti”, da cui ad un certo punto prenderà il nome.

E’ la Fiera di Ognissanti di epoca medievale, cambia il nome ma rimane un grande momento di mercato, di incontro, di festa di popolo.

Da alcuni anni la Fiera si svolge in diverse zone di Perugia: pian di Massiano, la zona tradizionalmente più ampia, circa 500 espositori, Piazza del Bacio Grandi luogo di promozione e valorizzazione delle eccellenze del territorio, e centro storico dove si può trovare l’artigianato di qualità dalle diverse regioni italiane ed anche o delle città gemellate. Oltre agli acquisti, è facile trovare buone occasioni, alla Fiera si va per passeggiare, mangiare, chiacchierare e ritrovarsi con gli amici.

È un appuntamento molto atteso.

 

Perugia 1-6 novembre

 

 

L’Umbria delle Sagre

Mangiare, bere, ballare.

Nelle sere d’estate l’Umbria si colora di “Sagre”. Ogni paese, anche il più piccolo, ha la sua festa. Ricette tipiche, vini, birre artigianali, olii e altri prodotti di qualità. Piste da ballo, spazio giovani, giochi tradizionali e non. Le Sagre sono un momento di grande convivialità, di tradizione e folklore. Un popolo di volontari vi si dedica per renderle sempre più accoglienti e ricche, momento ludico, di relax e piacere per tutti.

L’elemento distintivo è il cibo, si va quindi dalle Lumache di Cantalupo, alla cipolla di Cannara, dalla Torta al Testo di Pila al Fungo porcino di Pianello, e molte altre ancora.

Trasimeno Blues Festival

Trasimeno Blues Festival

Tra luglio ed agosto le rive del Lago Trasimeno si colorano di Blues. Formula itinerante per questo giovane Festival che ha già un grande seguito. Ci si muove nelle piazze dei borghi e nei contesti più naturali e suggestivi del Trasimeno. Un Festival nato per promuovere il dialogo interculturale attraverso il linguaggio musicale e le sue declinazioni, presentando le anime della musica Blues con i suoi grandi artisti.

Borghi del Trasimeno Luglio-Agosto

Umbria Jazz

Dieci splendidi giorni di grande musica. Dal 1973 Perugia accoglie con le sue atmosfere migliori gli appassionati di Jazz, ma anche molti visitatori attratti dal particolare clima e dall’effervescenza di vere e proprie maratone musicali. Una delle kermesse più note e famose d’Europa. All’inizio di luglio arrivano in Umbria vere e proprie leggende della musica nel panorama mondiale.

I luoghi dei concerti sono tra i più belli della città, una sorta di itinerario che segue i suoni, i colori, la bellezza. Da Piazza IV Novembre ai giardini Carducci, dal Teatro Pavone all’Oratorio Santa Cecilia al Teatro Morlacchi, dall’Arena di Santa Giuliana a Corso Vannucci.

Perugia 12 – 21 luglio 2019

 

Festival dei due mondi di Spoleto

Evento unico nel suo genere, uno dei festival più longevi dell’Umbria e di risonanza mondiale.

Nasce nel 1958 da una geniale idea del maestro compositore Gian Carlo Menotti: unire due culture e due mondi artistici lontani e diversi. Una sorta di un ponte ideale tra l’Europa e l’America. Arte a 360 gradi. In ogni sua forma ed espressione. Una manifestazione internazionale che ha visto in oltre 60 anni passeggiare nelle strade della città, artisti di ogni tipo e provenienti da ogni paese.

Nei 17 giorni del Festival, che inizia abitualmente a partire dall’ultimo venerdì di giugno, si alternano balletto, opera lirica, pittura, conferenze, concerti, teatro, convegni, musica sacra, letture, spettacoli di marionette ed arte contemporanea. La “dualità” è stata sempre presente anche nel cartellone: accanto a spettacoli d’avanguardia esclusivi, inusuali ed originali vanno in scena opere e lavori rispettosi della tradizione classica.

 

Fine giugno-inizio luglio

Bevagna, città delle Gaite

È Pace di Fiera a Bevagna, quando si aprivano le porte ed arrivavano i mercanti da ogni dove. I 10 giorni del Mercato delle Gaite ripropongono la vita quotidiana nella città del 1250-1350, dove la trama dell’esistenza umana di quel secolo si può palpare in ogni taverna, nelle botteghe, nel mercato, nella festa di piazza, nella musica, nella giocoleria. Si possono gustare le antiche ricette e vestire gli abiti di popolani, di cavalieri e madonne, di artigiani, predicatori e pellegrini.

Le quattro Gaite (rioni) si sfidano in quattro gare: la gara del Mestiere, la gara del Piatto, la gara del Mercato e la gara del Tiro con l’arco. E lo fanno con grande maestria, mettendo in mostra il lungo e minuzioso lavorio di un intero anno di fatiche e passioni. Un racconto corale che si fa spettacolo, che coinvolge e ammalia.

Bevagna
20-30 giugno 2019

Spello, città petalosa

Ogni anno una data, sempre diversa perché l’Infiorata segue il calendario liturgico e la festa del Corpus Domini. I meravigliosi quadri ed i tappeti che si realizzano lungo la spina dorsale che attraversa il borgo e sale fino all’arce, richiedono un lungo lavoro di preparazione che dura tutto l’anno.

Numerosi visitatori, italiani e stranieri, accompagnano l’ultima fase del lavoro, quella di messa in posa delle opere lungo il percorso, risultato di un complesso e difficile lavoro di organizzazione, raccolta, scelta, preparazione dei fiori, che coinvolge molte persone. Giovani, adulti, anziani, sono gli infioratori, tutti partecipano e ciascuno ha un compito per rendere le strade del borgo una sola grande opera d’arte. Opera che però ha una durata brevissima: opera di una notte, per Spello la notte più lunga e colorata dell’anno.

Spello
22-23 giugno 2019

Foligno, città quintanara

“quale cosa sia di maggior contento a cavalier d’honore: mantenere la grazia del principe o il continuato favore di bellissima et gentilissima dama”. Per rispondere a questo dubbio si sfidarono cinque giovani nobili della città il 10 febbraio del 1613. La Quintana moderna, nata nel 1946, ripropone questa Giostra al Campo de li Giochi. In campo cavalli e cavalieri dei dieci rioni cittadini, in una sfida difficile e avvincente, che porterà i più bravi a conquistare il Palio. La Giostra corona un crescendo di eventi che esaltano la città barocca. Dieci giorni di taverne e spettacolari messe in scena, che si concludono con il corteo della vigilia in cui sfilano 800 figuranti con ricercatissimi costumi seicenteschi.

Tutto si ripete a settembre.

Foligno
14 giugno Corteo – 15 giugno Giostra
14 settembre Corteo – 15 settembre Giostra

Cinzia Conte guida turistica dell'Umbria