Segui la linea dell’acqua

L’Umbria ha un cuore liquido. Una regione tutta colline, mura, borghi, si rivela al viaggiatore attento e curioso, che sa ben guardare e ben ascoltare, con l’inaspettato canto dell’acqua.

L’esperienza del silenzio. L’Eremo di Santa Maria Giacobbe

A metà strada tra cielo e valle sorge sul sasso di Pale un luogo di grande suggestione. L’eremo è parte della roccia e accessibile percorrendo un sentiero tortuoso che si inerpica sempre più in alto lasciando alle spalle un panorama mozzafiato e una bella vista del borgo di Pale.

Gaite, che passione!

C’è un momento dell’anno in cui Bevagna riavvolge la bobina del tempo fino a fermarla in quei cento anni che vanno dal 1250 al 1350. Un tuffo al cuore oltre che nel passato.

Una storia lunga 1700 metri

Una storia raccontata dalle pietre, una storia per tutte le stagioni, una storia ricca, una storia lunga lunga che ci narra di antichi fiumi, di pascoli e giovenche, di mulini e canapa, di porte e ponti, di campanili e giardini, di salici e violette.

Una storia ritrovata

Quante volte siamo rimasti intrappolati nell’atmosfera rarefatta della cattedrale più gotica dell’Umbria? Un tuffo in un medioevo cristallizzato, presunto puro, ritrovato e riproposto.